2 April 2009

Visita a Noventi, società di Venture Capital

Logo di NoventiVC

Logo di NoventiVC

Un’altro interessante posto visitato durante il mio viaggio in California è stato sicuramente la società di Venture Capital Noventi. Il fondatore della società è Giacomo Marini già co-founder di Logitech nel lontano 1981. Al di là dell’azienda è stato interessante capire un pò di più come funziona il mercato dei Venture Capital e come vengono finanziate le società con capitale di rischio.

Le società di Venture Capital essenzialmente investono in progetti innovativi che hanno potenzialmente un possibile mercato ma allo stesso tempo sono molto rischiose lato investimenti perché non sono società con lunga storia alle spalle e non hanno un asset finanziario che possa coprire le possibili perdite. I capitali di rischio poi finiscono 9 volte su 10 bruciati, nel senso che solo il 10% del capitale investito frutta. La società, ci racconta Marini, passa molto tempo a vagliare le proposte che le vengono sottomesse, questo periodo di conoscenza reciproca e di approfondimento sull’idea progettuale e sul team che ha messo in piedi (semplicemente su carta o che già ha fondato l’azienda, preferibile il secondo dei due casi) dura da un minimo di 3-4 mesi fino ad un massimo di 6. Terminato questo periodo se Noventi ritiene l’idea valida decide di fare un primo investimento (normalmente ci sono diverse tranche di soldi che vengono investiti, non c’è mai un investimento massiccio all’inizio).

Da capire bene le ripartizioni degli utili che matureranno dall’azienda finanziata, i primi ricavi serviranno per ricompensare l’investimento e coperto quello il restante normalmente si ridivide con una suddivisione percentuale di 80% alla società investitrice e 20% ai fondatori-soci dell’azienda. Ovviamente dobbiamo avere la capacità di astrarci rispetto al nostro metodo classico di concepire un’azienda dove vorremmo che l’utile percepito finisca in buona parte nelle nostre tasche… dobbiamo comprendere come un investimento di Venture Capital può enormemente accrescere le capacità produttive e di produzione di reddito rispetto a non possedere un investimento del genere (il 20% in questo caso vale molto di più del 100% di un azienda portata avanti con investimenti personali…). Un altro passaggio importante è abituarsi all’idea che l’amministratore delegato della nostra società diventerà probabilmente qualcun’altro nel giro di qualche anno, una persona che gli investitori stessi decideranno.

L’investimento ha inoltre carattere temporaneo, le società di VC considerano il periodo di finanziamento difficilmente superiore a 5-7 anni. Noventi da sola gestisce un fondo complessivo di 80 Milioni di euro che attualmente ha investito in 14 societa (1 italiana, le altre della Silicon Valley).

Un altro aspetto da rimarcare è il valore che tali società danno alle persone che vogliono chiedere un finanziamento e alle spalle hanno uno o più fallimenti… Marini ci racconta che le persone più interessanti e quelle che hanno maggiori possibilità di ricevere il finanziamento sono quelli con un numero equo di successi ed insuccessi, questo infatti è vista come esperienza che viene valutata positivamente dagli investitori. La stessa capacità di lanciare un impresa e qualche hanno dopo riprovarci da zero è anche questo un fattore importante di interesse per i VC, queste persone infatti conoscono bene i meccanismi del sistema e quindi abbassano il rischio per gli investitori.

Il trend per il 2009 vedrà essenzialmente ai primi posti investimenti nei settori del BioTech e CleanTech (IT in calo dovrebbe essere il 3° settore). La crisi ha comunque riguardato anche il mercato dei venture capital che sta soffrendo parecchio la titubanza a concedere nuovi fondi di investimento (anche se forte è la speranza in nuovi fondi messi a disposizione da Obama).

Un parametro molto significativo esposto nella presentazione a cui abbiamo assistito è che il 17.6% del PIL Usa proviene dalle societa finanziate da fondi di VC considerando poi che tale ricchezza è stata creata con un investimento del 2% sempre rispetto al PIL ci fa capire quanto questa forma di finanziamento abbia arricchito e continui ad arricchire l’economia americana.

2 Risposte to “Visita a Noventi, società di Venture Capital”

  1. Andrey 2 April 2009 at 12:35 pm #

    Bella storia, Omar!

    sono sicuramente bravi questi signori da Noventi, tra l’altro guarda che bella squadra- sono praticamente tutti (ex-) Italiani!

    http://www.noventivc.com/team.htm

    Andrey Golub, http://andreygolub.org

  2. OmarCaf 2 April 2009 at 12:37 pm #

    Grazie Andrey,

    si lo so li ho conosciuti :) sicuramente hanno fatto molta strada.

    A presto!


Additional comments powered by BackType